Economia carinziana @ Porti NAPA

Furnitz, 13 maggio 2022. Un emozionante viaggio di business con focus sulla logistica si è concluso con una visita ai porti NAPA di Capodistria e Trieste.

Ciò che è rimasto sono state grandi conversazioni, molte nuove impressioni e immagini impressionanti di due dei porti più importanti per l’economia della Carinzia.

Importanti contatti sono stati mantenuti durante il viaggio della delegazione di 2 giorni organizzato dalla Camera di Commercio della Carinzia e sono stati stabiliti nuovi legami economici a favore dell’ulteriore sviluppo dell’hub logistico di Fürnitz. Soprattutto in futuro si intensificheranno i rapporti con i porti NAPA. Per i porti NAPA in particolare, l’hub di Fürnitz e il Dry Port sono della massima importanza come hub dell’entroterra. Soprattutto, il porto di Capodistria sarà maggiormente integrato nella rete LCA-Sud.

Ciò che ci ha fatto piacere è stato l’annuncio ufficiale dell’Autorità portuale di Trieste che il previsto corridoio doganale ferroviario, che la LCAS sta coordinando, sta per essere completato da parte delle autorità doganali italiane.

Un appropriato riassunto del viaggio, documentato dal team ORF, può essere trovato qui: https://tvthek.orf.at/profile/Servus-Sreno-Ciao/8179756

Di seguito alcune impressioni del viaggio intenso di conversazioni (dall’alto verso il basso: arrivo al porto di Capodistria con LCAS direttori Udo Tarmann e Julia Feinig-Freunschlag, arrivo a Trieste, discussione sul corridoio doganale con Vittorio Torbianelli, Segretario Generale dell’Autorità Portuale di Trieste e LCAS amministratore delegata Julia Feinig-Freunschlag, molo VII Trieste, Terminal Marittimo Trieste)